Italiano
Cerca con noi la tua nuova casa

Villa indipendente sull'Alzaia del Naviglio Grande

148.000 €
220 m2
4 Camere
Codice
PES 148 ALZ
Città
Abbiategrasso
Categoria
Villa
Locali
8
Mq Giardino
400
Mq Balcone
2
Piano
Terra
Classe energetica
G
300
Stato Immobile
Da Ristrutturare
Grado
Medio
Posizione
Campagna
Panorama
Vista Aperta
Orientamento
Nord Ovest Sud Est
Lati Liberi
4
Giardino
Privato
Riscaldamento
Da Creare
Infissi
Legno
Serramenti
Da Sostituire
Accesso Disabili
NO
"VILLA ELENA"
Posta sull'alzaia del Naviglio grande tra i comuni di Abbiategrasso e Vermezzo, proponiamo graziosa casa singola di oltre 200 mq. su due livelli, con 400 mq di giardino. cantine e ripostigli esterni. L'immobile è interamente da ristrutturare (non agibile), per ulteriori Informazioni 02.94965686 o scrivere una mail a sinergia2005@gmail.com.

La storia ed il contesto.
Il Naviglio Grande è stata la prima opera del genere a essere realizzata in Europa e storicamente è il più importante dei Navigli milanesi, nonché una delle grandi infrastrutture di ingegneria che sin dall'alto Medioevo caratterizzavano, con strade, ponti e irrigazione, il territorio lombardo, consentendo lo sviluppo dei commerci, dei trasporti e dell'agricoltura.
Secondo diversi storici, le origini del Naviglio Grande si collegano a un canale scavato da Abbiategrasso a Landriano (sul Lambro Meridionale, al confine col territorio di Pavia) a difesa dalle incursioni dei Pavesi, alleati del Barbarossa. Da dove il canale derivasse le acque è incerto: forse dall'Olona naturale, dal Mischia (una roggia che scorre da Abbiategrasso a Milano passando da Cisliano arricchita da varie risorgive) o, infine, direttamente da un fosso derivato dal Ticino fino ad Abbiategrasso. La terza è l'ipotesi più probabile anche perché il canale, sia a monte sia a valle, veniva indicato come CanaleTicinello.
Certa invece è la data di costruzione del canale difensivo, il 1152, e l'artefice, Guglielmo da Guintellino, architetto militare genovese al servizio dei Milanesi, che tra il 1156 e il 1158 realizzò anche il fossato a difesa della città e, con il materiale di riporto degli scavi, costruì bastioni fortificati. A Milano esiste ancora oggi via Terraggio, parallela alla fossa interna, che prese il nome dal terrapieno che aveva a ridosso e che risaliva a quell'epoca.
È dall'ampliamento di quel fosso e dal collegamento di Abbiategrasso, via Gaggiano, con Milano che si realizzerà il naviglio. I cronisti e le cronache del duecento narrano diffusamente dell'inizio dei lavori per il navigium de Gazano, ma si dividono su due date, il 1177 e il 1179. Non ci sono invece dubbi sul fatto che nel 1187 il naviglio fosse giunto a Trezzano e nel 1211 alle porte di Milano, a Sant'Eustorgio, nei pressi dell'attuale porta Ticinese.

Condividi

* I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni Ho capito